Sconto Feltrinelli

È tornata la super promozione della collana Universale Economica Feltrinelli: con soli nove euro e novanta centesimi, si possono scegliere due libri tra i cinquanta titoli disponibili.

Tra indecisioni, dubbi e ripensamenti ecco alla fine i libri che ho portato a casa.

Camilla Läckberg con La principessa di ghiaccio.

Nella piccola città balneare svedese di Fjällbacka, Erica, che di mestiere fa la scrittrice, ritrova il cadavere di una sua amica all’ interno di una vasca da bagno piena di acqua ghiacciata. Dopo aver accertato che si tratta di omicidio, la scrittrice assieme al suo amico e poliziotto Patrick Hedström, indagano sulla morte misteriosa della ragazza.

Banana Yoshimoto Kitchen.

Questo è il primo romanzo scritto dalla autrice Banana Yoshimoto, tradotto in Italia da Feltrinelli nel 1991. Mikage, dopo la morte di sua nonna, rimane sola. L’unico posto dove la giovane protagonista si sente protetta e al sicuro è in cucina, cullata dal suono del frigorifero. Durante la sua solitudine, incontra un giovane fioraio di nome Yūichi e la sua famiglia non convenzionale pronta ad accoglierla. Banana Yoshimoto, nel suo libro, vuole dare un’ idea del Giappone assolutamente sconosciuta agli occidentali.

Anche voi avete usufruito dello sconto Feltrinelli ? Se sì quale libri avete acquistato ?

Annunci

Ken Follett/ I Pilastri della Terra

Autore: Ken Follet

Editore: Mondadori

Prezzo: € 15,30

Pagine: 1049

Trama

In Inghilterra, nel 1123, un trovatore francese, di nome Jack, viene condannato a morte. Durante l’esecuzione, una donna, maledice tutti coloro che hanno cospirato per l’uccisione di Jack: un nobile, un prete e un frate.

Qualche anno più tardi, nel 1135, Tom, assieme a  sua moglie Agnes con in grembo un bambino e i due figli Alfred e Martha, è costretto a cercare lavoro dopo essere stato licenziato da William Hamleigh un giovane nobile, crudele e ambizioso. Tom è un costruttore abilissimo e il suo scopo è quello di costruire una cattedrale. La famiglia ridotta alla povertà gira in lungo e in largo senza però trovare alcun posto dove  il costruttore possa lavorare. La situazione peggiora quando Agnes è costretta a partorire nel bosco senza aiuto. Con tutte le forze la donna riesce a mettere al mondo il bambino ma purtroppo Agnes non sopravvivere. Tom, addolorato per aver perso sua moglie, prende una decisione crudele e sofferente: quella di abbandonare il neonato sulla tomba della madre, così sarebbe stato più facile per Alfred e Martha sopravvivere.

Mentre la famiglia si aggira nella foresta incontrano Ellen e suo figlio Jack. I due si aggregano a Tom e tra il costruttore e la donna nasce subito un amore travolgente e passionale. Intanto il neonato viene salvato da Francis, fratello di Philip un giovane monaco del monastero ” Saint Jhon in the forest” che da al bambino il nome di Jonathan. Tom incontra nella foresta padre Francis e capisce che suo figlio è stato salvato.

Per fortuna Tom riesce a trovare impiego nella cattedrale di Kingsbridge, il cui priore è diventato Philip il quale decide di ricostruire la cattedrale devastata da un incendio inspiegabile.

Alcune persone di potere però si mettono contro Philip e la sua idea di costruire una nuova cattedrale a Kingsbridge. Questo scatenerà lotte, intrighi e cospirazioni tra il re, conti, vescovi, monaci e persone comuni.

Conclusioni

Il libro scritto da Ken Follet mi ha davvero colpito. L’autore ha fatto un lavoro minuzioso sulla raccolta di informazioni del periodo medioevale, ricostruendo i modi di vivere e i pensieri delle persone che vivevano a quel tempo. Grazie a questo lavoro dell’autore, il lettore si ritrova completamente immerso a Kinsbridge, viene guidato nelle sue vie e sembra di interagire personalmente con i vari protagonisti e comparse della storia. Lo scrittore descrive in maniera dettagliata anche come, all’epoca, veniva progettata e costruita una cattedrale: i mezzi utilizzati, come provvedevano alla raccolta delle materie prime impiegate successivamente per la realizzazione dell’ opera. Intorno a tutto ciò, Ken Follet, ha ricamato una storia con intrighi, congiure e complotti dai tratti crudeli e brutali. Non mancano però anche amori e passioni travolgenti che nascono in questo periodo di circa cinquantanni. I personaggi descritti sono tutti ben caratterizzati grazie anche all’imponente mole del libro che infatti conta millecentoquarantanove pagine. Mai banali e ben costruiti sono anche i dialoghi.

Consiglio a tutti coloro che amano i romanzi storici di leggere questo libro, se ancora non l’avete fatto, perché è appassionante e ci fa capire molto del periodo medioevale. Non bisogna assolutamente farsi spaventare dalla corposità del libro perché la storia narrata scorre fluida, senza alcun problema, dandoci l’impressione che il romanzo finisca anche troppo presto. Personalmente non vedo l’ora di leggere i due capitoli successivi, (Mondo Senza Fine e La Colonna di Fuoco) per capire quello che accadrà a Kinsbridge e alla sua cattedrale.

Per l’acquisto su Amazon questo è il link: Amazon I Pilastri Della Terra

WRITING 101

Jessica Jones 2 Recensione

L’8 marzo 2018 è finalmente uscita su Netflix la seconda stagione dell’investigatrice privata, della serie Marvel, Jessica Jones.

Dopo gli avvenimenti visti in The Defenders, Jessica Jones, torna ad occuparsi della sua agenzia investigativa (alias investigations) assieme al suo apprendista, Malcom Ducasse. Le sue giornate “tranquille” passano tra bicchieri di wisky, clienti con richieste stravaganti e il suo passato che continua a tormentarla. Fino a che, spronata dalla sua amica Trish, la protagonista decide di indagare sul suo passato e in particolare sulla nascita dei suoi poteri. Vuole capire perché è stata portata in laboratorio e soprattutto perché è stata l’unica, della sua famiglia, a salvarsi dal terribile incidente. Scavando a fondo, l’investigatrice, scopre che non è l’unica ad aver ricevuto dei poteri speciali e che anche gli altri super potenziati hanno subito il suo stesso trattamento.

In questa stagione conosciamo più in profondità Jessica Jones: il suo passato prima dell’arrivo di Kilgrave, il legame con la sua amica e sorella acquisita Trish e in generale come, l’eroina cupa e scorbutica, si approccia con gli altri personaggi.

L’arrivo di una donna con super poteri metterà in subbuglio ancora di più la fragile psiche della protagonista. Jessica dovrà fare i conti ancora una volta con il suo passato e decidere se rimanere legata ad esso o lasciarsi tutto alle spalle.

Parallelamente assistiamo ad altre storie che si intrecciano con quelle del personaggio principale.

La cinica, complottista avvocatessa Hogart dovrà affrontare un problema che, per una volta in vita sua, non potrà controllare e le sue paure faranno cadere, per un istante, le sue difese.

Trish non si accontenta più del suo ruolo di brava conduttrice radiofonica con una casa perfetta e una vita perfetta, vuole assomigliare di più alla sua amica Jessica. Vuole fare qualcosa di concreto per la sua città, New York, essere al centro dell’azione e per questo sarà disposta a qualsiasi cosa.

L’ apprendista, Malcom, si ritrova spesso ad arginare gli sbalzi di umore dell’eroina. Viene licenziato poi riassunto, riesce ad avere una promozione e poi ad essere nuovamente licenziato. Cerca in tutti i modi di essere utile ma spesso finisce per tradire la fiducia di Jessica, la quale neanche con il suo apprendista riesce a costruire un vero legame.

Conclusioni

jessica-jones-season-2_jpg_800x0_crop_upscale_q85

Ho trovato questa seconda stagione ben costruita. Kristen Ritter, impeccabile nel ruolo di Jessica Jones, da valore aggiunto alla serie: è riuscita ad entrare nel ruolo in maniera ottimale gestendo benissimo le varie sfaccettature dell’investigatrice.

Alcune delle storie parallele non sono state rese molto interessanti, anche se hanno lasciato diverse porte aperte che possono essere approfondite nella terza stagione. (Infatti Netflix ha annunciato che ci saranno nuovi episodi della supereroina).

Le scene di azione sono davvero poche, queste tredici puntate sono state per lo più incentrate sulla psicologia dei personaggi. Questo porta a due conseguenze, una positiva l’altra negativa: diverse puntate risultano lente e noiose anche a causa della mancanza di un vero e proprio nemico da affrontare. La positiva è che riusciamo a conoscere molto meglio tutti i personaggi.

Nel complesso la serie risulta godibile e lascia dei presupposti molto interessanti per la prossima stagione. Magari l’arrivo di una nuova superdonna !!!

Letture della mia infanzia

Come è iniziata la vostra passione per la letteratura ? Quali sono stati i primi libri e fumetti letti nella vostra vita ?

Il primo libro di cui ho memoria, letto nei primi anni delle scuole elementari, è stato Inkiostrik il mostro dell’inchiostro. L’autrice tedesca Ursel Scheffler ha dato vita a Inkiostrik, un mostro ripugnante, ma che riesce a strappare al lettore sempre un sorriso. Il mostriciattolo si nutre di inchiostro, i suoi piatti “preferiti” sono : i calamai dove immergersi, penne da spolpare e cartucce da rubare ai bambini e gustare. Questo piccolo mostro mi ha aperto le porte della narrazione e ne sono particolarmente affezionato.

Crescendo poi mi sono buttato a capofitto su una collana diventata famosa in tutto il mondo scritta da R. L. Stine, ovviamente parlo di Piccoli Brividi. Dell’autore statunitense ho letto molti libri ma, quelli che più mi sono rimasti impressi, sono il Pupazzo Parlante e il Pianoforte Impazzito. Ciò che mi piaceva di questi libri, oltre alle storie narrate, erano anche le copertine. Spesso la scritta Piccoli Brividi era in rilievo, venivano utilizzate immagine spaventose e raccapriccianti e all’interno si potevano trovare adesivi fluorescenti che catturavano l’attenzione dei piccoli lettori.

   

Oltre ai libri mi piacevano molto anche i fumetti. Sin da piccolo ho  letto Diabolik. Le avventure del ladro e della sua compagna Eva mi hanno sempre affascinato, spesso oltre a leggere il fumetto, mi ritrovavo con la matita in mano per cercare di copiare le immagini dei due protagonisti. La passione di mio padre per questo giornalino ha fatto si che io mi avvicinassi a questo fantastico mondo che è il disegno e il fumetto. Le sorelle Giussani, con la loro forza e determinazione, hanno creato delle storie coinvolgenti e sono riuscite a tenermi incollato alle pagine di questo capolavoro tutto italiano.

Image Caption

Altri giornalini che leggevo frequentemente erano Holly e Benji, Dragonball, i Cavalieri dello Zodiaco e non mancavano mai nella libreria i Simpson.

Tra questi tre preferivo le avventure di Goku, infatti possedevo tutti volumi di questa serie. Aspettavo con trepidazione l’arrivo in edicola dei nuovi numeri, per leggere le avventure di Goku, Bulma e il mio personaggio preferito Crillin. I disegni di questo fumetto sono spettacolari come le lotte tra i guerrieri e come tutta la costruzione della storia. Il successo di questa saga al livello mondiale è tutto meritato.

Risultati immagini per Dragon Ball fumetto Risultati immagini per crilin Risultati immagini per cavalieri dello zodiaco fumettoRisultati immagini per holly e benji fumettoOra

Tocca a voi lettori !

Con quali opere vi siete avvicinati alla letteratura o fumetti ?

Novità letterarie di Marzo

Benvenuti nella Rocca,

Nel mese di Marzo ci sono state tre novità letterarie che mi hanno incuriosito e spero, a breve, di leggere questi nuovi romanzi.

Come primo titolo da segnalare c’è La Famiglia scritto da Ed Sanders edito da Feltrinelli. Nel 1969 l’attrice Sharon Tate e altre quattro persone vengono uccise. Due giorni dopo due coniugi vengono trovati morti a Los Angeles. In California scoppia il panico. Gli assassini sono dei giovani hippy, la loro guida spirituale e leader è Charles Manson. Un fatto di cronaca nera che ha sconvolto l’ America e che Ad Sanders spiega in questo libro.

Lo scrittore Antonio Lanzetta esce, in libreria, con il suo nuovo romanzo thriller I Figli Del Male edito da La Corte Editori. Damiano Valente è uno scrittore diventato famoso perché, nei suoi libri, ricostruisce fatti di cronaca nera. Una notte viene svegliato da una telefonata e si ritrova in una scena del crimine efferata e spaventosa. L’unico indizio da lui trovato è un bigliettino con scritto: “Lui Vede”. Il passato e il presente di Damiano si fondono per cercare una soluzione di questo intricato delitto.

Lo scrittore prolifico Stephen King, questa volta in collaborazione con Richard Chizmar, raccontano la storia di Gwendy edito da Sperling & Kupfer. La bambina, rotonda nelle forme, decide di correre tutta l’estate per dimagrire, così facendo, molti dei suoi compagni non l’avrebbero più presa in giro. Per farlo si reca tutte le mattine alla scala del suicidio. Un giorno, al termine della sua corsa, incontra un signore distinto,Mr. Farris,che dona alla bambina un regalo: una scatola ricoperta da una serie di bottoni gialli.

Questi erano i tre libri, in uscita a Marzo, che mi hanno più incuriosito. Voi ne avete già letto qualcuno?

Vi Auguro una buona e serena Pasqua e un weekend pieno di letture.