Jessica Jones 2 Recensione

L’8 marzo 2018 è finalmente uscita su Netflix la seconda stagione dell’investigatrice privata, della serie Marvel, Jessica Jones.

Dopo gli avvenimenti visti in The Defenders, Jessica Jones, torna ad occuparsi della sua agenzia investigativa (alias investigations) assieme al suo apprendista, Malcom Ducasse. Le sue giornate “tranquille” passano tra bicchieri di wisky, clienti con richieste stravaganti e il suo passato che continua a tormentarla. Fino a che, spronata dalla sua amica Trish, la protagonista decide di indagare sul suo passato e in particolare sulla nascita dei suoi poteri. Vuole capire perché è stata portata in laboratorio e soprattutto perché è stata l’unica, della sua famiglia, a salvarsi dal terribile incidente. Scavando a fondo, l’investigatrice, scopre che non è l’unica ad aver ricevuto dei poteri speciali e che anche gli altri super potenziati hanno subito il suo stesso trattamento.

In questa stagione conosciamo più in profondità Jessica Jones: il suo passato prima dell’arrivo di Kilgrave, il legame con la sua amica e sorella acquisita Trish e in generale come, l’eroina cupa e scorbutica, si approccia con gli altri personaggi.

L’arrivo di una donna con super poteri metterà in subbuglio ancora di più la fragile psiche della protagonista. Jessica dovrà fare i conti ancora una volta con il suo passato e decidere se rimanere legata ad esso o lasciarsi tutto alle spalle.

Parallelamente assistiamo ad altre storie che si intrecciano con quelle del personaggio principale.

La cinica, complottista avvocatessa Hogart dovrà affrontare un problema che, per una volta in vita sua, non potrà controllare e le sue paure faranno cadere, per un istante, le sue difese.

Trish non si accontenta più del suo ruolo di brava conduttrice radiofonica con una casa perfetta e una vita perfetta, vuole assomigliare di più alla sua amica Jessica. Vuole fare qualcosa di concreto per la sua città, New York, essere al centro dell’azione e per questo sarà disposta a qualsiasi cosa.

L’ apprendista, Malcom, si ritrova spesso ad arginare gli sbalzi di umore dell’eroina. Viene licenziato poi riassunto, riesce ad avere una promozione e poi ad essere nuovamente licenziato. Cerca in tutti i modi di essere utile ma spesso finisce per tradire la fiducia di Jessica, la quale neanche con il suo apprendista riesce a costruire un vero legame.

Conclusioni

jessica-jones-season-2_jpg_800x0_crop_upscale_q85

Ho trovato questa seconda stagione ben costruita. Kristen Ritter, impeccabile nel ruolo di Jessica Jones, da valore aggiunto alla serie: è riuscita ad entrare nel ruolo in maniera ottimale gestendo benissimo le varie sfaccettature dell’investigatrice.

Alcune delle storie parallele non sono state rese molto interessanti, anche se hanno lasciato diverse porte aperte che possono essere approfondite nella terza stagione. (Infatti Netflix ha annunciato che ci saranno nuovi episodi della supereroina).

Le scene di azione sono davvero poche, queste tredici puntate sono state per lo più incentrate sulla psicologia dei personaggi. Questo porta a due conseguenze, una positiva l’altra negativa: diverse puntate risultano lente e noiose anche a causa della mancanza di un vero e proprio nemico da affrontare. La positiva è che riusciamo a conoscere molto meglio tutti i personaggi.

Nel complesso la serie risulta godibile e lascia dei presupposti molto interessanti per la prossima stagione. Magari l’arrivo di una nuova superdonna !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

piacerecancro

Scegli anche oggi di essere felice

Graziana Giròvaga

La vita è un alone luminoso.

Libri, amore e fantasia

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine." Virginia Woolf

BREAKFAST COMICS

Il fumetto quotidiano di Michele Nuzzi

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

La pescatrice di asterischi

Diario di una sognatrice, che cerca il senso della vita in una frase, una citazione, un personaggio... nella mia libreria infatti, Don Chisciotte è vicino Anna Karenina perché sono convinta che lui avrebbe potuto salvarla.

Ilenia Zodiaco

Solide insicurezze

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

diariodiunalettricesognatrice

"I libri sono i compassi, i telescopi, i sestanti e le cartine che altri uomini hanno preparato per aiutarci a navigare nei pericolosi oceani della vita umana." (Anonimo)

La leggerezza dell' anima

L'anima è leggera... quanto leggeri siano noi

C-Side Writer

L'altro lato della scrittura

spettacolomusicasport.wordpress.com/

SMS News - Quotidiano nazionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: