Rocco Civitarese – Giaguari Invisibili

Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2018
Pagine: 288 p., Brossura

 

Giaguari Invisibile è il romanzo d’esordio di Rocco Civitarese.

Pavia fa da sfondo a questa storia che vede protagonisti tre ragazzi adolescenti all’ultimo anno di liceo Pietro, Giustino e Davide. I tre amici vogliono dare un senso al proprio futuro: Pietro vuole entrare a Medicina ma teme di fallire il test di ingresso alla facoltà. Non riesce a concentrare i suoi neuroni sullo studio a causa della sua più grande distrazione, Anna Pettirosso. Giustino vuole diventare un fumettista ma forse, non totalmente convinto delle proprie capacità, non dedica il cento per cento a questa sua passione. Da anni sta assieme a Laura. Infine Davide detto Golia, una promessa del basket che vuole raggiungere la serie a ma, tra lui e il sogno, si insinua Lucilla ragazza disinibita che farà perdere la testa al colosso di Pavia.

Rocco Civitarese ci porta a conoscere i tre amici alle prese con un’età complicata, entriamo nelle emozioni, desideri e debolezze dei ragazzi adolescenti di oggi in cui tutti possiamo rispecchiarci. Infatti anche se nel corso degli anni avvengono cambiamenti sociali, i sentimenti provati dai ragazzi a quell’età non cambiano ed è per questo che il romanzo cattura l’attenzione anche di chi non ha più diciotto o diciannove anni.

I temi trattati all’ interno del romanzo possono sembrare banali o stereotipati ma rispecchiano in modo fedele quello che un adolescente attraversa, o perlomeno la maggior parte degli adolescenti vivono. L’autore ha riprodotto fedelmente quello che è la realtà, non ci sono discorsi filosofici o pensieri di spessore ma, anzi, troviamo dialoghi ben costruiti con un linguaggio consono all’ età dei protagonisti.

Molto interessante è anche vedere l’evolversi dei personaggi. Tutti, al termine del libro, si trasformano. Diventando più consapevoli delle proprie capacità, in un certo senso si avvicinano di più al mondo degli adulti, mostrando il loro vero carattere e le loro vere potenzialità.

Rocco Civitarese ha dimostrato, inoltre, di saper costruire e tenere in piedi una storia con tanti personaggi che si susseguono incastrando ogni tassello al posto giusto e questo fa si che il libro scorra senza troppi problemi, dando prova già di una buona padronanza di scrittura.

Personalmente mi sono divertito a leggere questo romanzo, mi ha riportato con la mente a quell’età di spensieratezza, di amicizie vere, con ormoni imbizzarriti e quell’agire impulsivo che spesso ci metteva nei guai. Ma allo steso tempo di decisioni difficile e importanti per il proprio futuro.

Per l’acquisto su Amazon: Giaguari Invisibili – Rocco Civitarese

5

Annunci

Stephen King / On Writing recensione

  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Anno Edizione: 2010
  • Prezzo: € 8,41

Se volete diventare scrittori, dovete leggere assolutamente questo manuale di scrittura e autobiografia del re dell’horror e thriller, Stephen King.

Il libro è diviso in due parti: nella prima troviamo l’autobiografia dell’autore, mentre nella seconda, ci sono consigli utili su come imparare a scrivere meglio. Un manuale da portare sempre con noi e da spulciare per trovare spunti interessanti.

Ma andiamo con ordine. Nella prima parte del libro, Stephen King, ci lascia entrare nella sua vita con il suo “curriculum”. Infatti l’autore descrive la sua infanzia, all’inizio non particolarmente fortunata. Tra problemi di salute, un padre che abbandona la famiglia e una madre costretta a fare qualsiasi lavoro pur di garantire un vita dignitosa ai suoi due figli. Sin da piccolo, King, dimostra una grande passione per la lettura, scrittura e cinema. I suoi generi preferiti sono horror e thriller. Nella prima parte l’autore ci racconta anche come è stato arduo e complicato diventare scrittore a tempo pieno.

Nella seconda parte del libro invece troviamo gli “attrezzi del mestiere”, cioè tutto quello che un autore alle prime armi deve avere per scrivere. Qui dentro ci troviamo il lessico. Una frase che più mi ha colpito è – non importa quello che hai ma come lo usi-. Secondo King non bisogna avere un lessico sconfinato, basta usare con astuzia e nel modo giusto quello che si ha. Un altro attrezzo molto importante è la grammatica. Insomma nel libro troviamo tutto quello che serve per poter scrivere dignitosamente: dai dialoghi, la costruzione della storia, dei personaggi, facendo riferimento a testi che lo stesso autore ha scritto o esempi di libri che hanno insegnato qualcosa a lui stesso.

Per diventare scrittori l’autore da diversi consigli molto utili, ma sicuramente quello più importante di tutti è leggere tantissimo e scrivere senza sosta. King legge più di ottanta libri l’anno e, nella parte finale del libro, rilascia una lista di autori e titoli che in qualche modo lo hanno influenzato.

Consiglio di leggere questo libro non solo a chi vuole iniziare a scrivere romanzi o storie, ma a tutti. Dalla biografia dell’autore possiamo imparare che la perseveranza vale moltissimo, in qualsiasi carriera professionale. Non bisogna mai mollare i propri sogni anche se la vita, spesso, ci porta lontano da essi. Se vogliamo raggiungere un obbiettivo bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare duramente. Stephen King grazie alla sua passione, al duro lavoro, alla caparbietà, alla voglia di raccontare storie è riuscito a diventare ciò che lui voleva da sempre. Come King ci racconta, bisogna anche essere predisposti a questo tipo di lavoro. Uno scrittore pessimo, anche se mette tutta la sua buona volontà, è molto difficile che diventi un ottimo autore di libri. Ma con impegno e sacrificio si può certamente migliorare.

WRITING 101

Se volete acquistare il libro, ecco il link Amazon: Stephen King / On Writing

Novità Letterarie di Aprile

Aprile ci ha lasciato in eredità diversi romanzi. Ecco i tre titoli che mi hanno più incuriosito.

Il primo libro che vi segnalo è il nuovo thriller-poliziesco, scritto da Jo Nesbø, Macbeth.

Macbeth è un poliziotto che cerca di riportare l’ordine in una città devastata da droga e corruzione. Il poliziotto dal passato turbolento è l’autore, assieme alla sua squadra, di una retata che gli fa intravedere finalmente una promozione. Ma si insinua nella mente di Macbeth la paura di non avere dai suoi superiori, ciò che lui merita. Il poliziotto si fa travolgere da allucinazioni e paranoie ed è disposto a tutto pur di vedere il suo sogno realizzato.

Giaguari Invisibile è un romanzo scritto da Rocco Civitarese per la casa editrice Feltrinelli. Pietro, Giustino e Davide sono tre ragazzi, amici, che vivono a Pavia e frequentano l’ultimo hanno di Liceo. Ognuno di loro ha i propri sogni: Pietro vuole entrare a medicina ma ha paura di fallire il test di ingresso alla facoltà. Il suo cuore batte per Anna Pettirosso. Giustino da anni sta assieme a Laura, il suo sogno è quello di fare il fumettista, anche se non prende troppo sul serio questo desiderio. Davide è un buon giocatore di basket, ma sulla sua strada incontra Lucilla. Le storie di questi ragazzi e ragazze si intrecciano ed entriamo nel loro mondo grazie allo sguardo e alle voci interiori dei protagonisti. Giaguari Invisibili è il romanzo di esordio di Rocco Civitarese che ci proietta tra sogni, insicurezze e gelosie di adolescenti in cerca di risposte sul proprio futuro.

L’attore, Fortunato Cerlino, scrive il suo primo romanzo per la casa editrice Einaudi, Se Vuoi Vivere Felice. Lo scrittore, narra la storia di un bambino che vive nella periferia di Napoli, a Pianura, negli anni ottanta. Il luogo viene definito dagli stessi abitanti il Far West. Fortunato ha dieci anni e una fantasia irrefrenabile. Da grande vuole fare l’attore, il cantante o l’ astronauta ma il suo sogno più grande è quello di scappare via dalla città e inseguire i propri sogni.